Il Progetto

Il nostro progetto associativo nasce da un’idea già esistente che ha portato, alle zone che lo hanno adottato, benessere economico derivato proprio dalla creazione di Aree Protette, Riserve Naturali, esistenti o da creare.

Gli abitanti del luogo sono i primi ad essere coinvolti nella gestione del progetto, non tramite associazioni ma come singoli cittadini coordinati da Forests’ Lodge, saranno loro in prima persona a promuovere l’iniziativa, e a tutelare il Patrimonio Boschivo del Territorio.

L’iniziativa, basata sul concetto di Land Sharing, sviluppa, di conseguenza, la vendita di Beni e Servizi prodotti dal Turismo che verrà a svilupparsi in seguito all’adozione del progetto.

Si pensi che, questa idea ha portato ai suoi primi creatori oltre 200.000 sostenitori da tutto il mondo che hanno contribuito a salvaguardare l’ambiente naturale delle comunità che si sono associate al progetto, e che ogni anno si spostano per passare anche solo un breve periodo in queste località entrando a fare parte della comunità, adottandone lo stile di vita, partecipando alle iniziative programmate.

È palese che il sistema di Land Sharing porta turismo in zone depresse o che che si stanno avviando verso la depressione economica, aumenta il benessere locale tramite il turismo aumentando in modo esponenziale gli abitanti nel corso del periodo da maggio ad agosto a settembre.

Risultato, per i Comuni d’Italia che intendono adottare il nostro sistema, è principalmente di fare creare Aree Naturali o Riserve Protette, mantenute sotto costante controllo dagli abitanti locali (che sono i primi beneficiari) che in veste di volontari dovranno prodigarsi tramite un programma preordinato, alla piantumazione di nuovi alberi, anche e soprattutto autoctoni, alla protezione e salvaguardia della fauna selvatica locale.

A seguire, di non poco conto, la Comunità che adotterà il nostro Progetto vedrà crescere l’abbattimento dell’abusivismo edilizio tramite il recupero di strutture in stato di abbandono trasformandole in Strutture ricettive, anche se di piccole dimensioni, quindi aumento dei Servizi di Accoglienza e conseguente aumento di produzione dei Prodotti  Tipici Locali, riscoperta di usi e costumi antichi, e costante riduzione di abbandono del territorio delle fascie più giovani dei residenti.